Il racconto del Grest 2021

Parrocchia, 6/7/2021

Eccoci quasi giunti al termine di questo Grest.

Noi animatori insieme ai bambini abbiamo intrapreso questo percorso tra giochi, balli e momenti di preghiera e come accade ogni anno ci siamo divisi in 4 squadre: rossi, gialli, verdi e blu.

Il tema di quest’anno è quello delle emozioni, ne abbiamo scelte 4: la Rabbia è stata scandagliata dai rossi, la Gioia dai gialli, la Paura l’hanno affrontata i verdi e la Tristezza i blu. Abbiamo affrontato questa tematica in molti modi e abbiamo capito che tutte le emozioni sono importanti, dalla prima all'ultima; non esiste la luce senza il buio e quindi non puoi provare solo gioia senza aver attraversato anche la tristezza.

Abbiamo imparato che tutte le emozioni convergono in un’unica grande emozione ultima: L'AMORE. 

È quello che il Signore ci insegna e ci dona ogni giorno, attraverso prove anche difficili, ci sostiene mentre le superiamo e ci aiuta quando le affrontiamo. 

E’ soltanto grazie a tutte queste emozioni che possiamo vivere e contemplare il creato che ci circonda, sentendoci parte di esso. 

Durante il Grest abbiamo seguito la storia di Willy e del suo particolare modo di affrontare una tematica così profonda, abbiamo ballato e cantato, giocato e mangiato insieme, condividendo tanti momenti che hanno costituito un cammino.

Ci siamo impegnati nelle le sfide che ci hanno proposto: pignatte, tele, inni e bandiere; abbiamo messo tutte le nostre energie nelle gare nel teatro e per vincere i giochi.  

Questo Grest è stato particolare rispetto a quelli passati, la pandemia ha cambiato il mondo e anche questo evento non è stato risparmiato, rendendo difficile l’organizzazione, un impegno da affrontare con estrema serietà e con maggior spirito di adattamento e sacrificio. 

Noi animatori, con l'aiuto di Fausto, di padre Alven, e degli educatori ci siamo impegnati con tutte le nostre energie per garantire ai bambini e a tutti coloro che si sono dedicati al Grest la massima sicurezza.

Non sempre è stato facile rispettare le distanze, evitare gli abbracci nei momenti di euforia, curare la disinfezione degli ambienti e delle mani, e sollecitare tutti all’uso delle mascherine. 

Ringraziamo Fausto che come ogni anno ci ha dedicato il suo tempo e ci ha aiutato ad organizzare il Grest e rispettare tutte le regole, anche le più rigide; ringraziamo l’instancabile Alven che ogni giorno è stato con noi animatori e bambini a ballare, cantare e giocare condividendo ogni momento della nostra giornata.

Siamo riconoscenti verso Padre Giuseppe che ci ha supportato e ci ha concesso di usare tutti gli spazi possibili. 

Ringraziamo tutti gli educatori che ogni giorno ci sono venuti ad aiutare e che ci hanno sostenuto in questo percorso.

Non possiamo dimenticare nei ringraziamenti gli animatori sia quelli alla prima esperienza che quelli più grandi che non hanno mai mollato nemmeno per un attimo. Ringraziamo Eleonora e Sara per tutto il lavoro che hanno fatto per la buona riuscita del Grest e per ultimo ma più importante, ringraziamo voi bambini, che siete venuti Grest e vi siete divertiti e ci avete regalato sorrisi ma senza abbracci, senza di voi niente di tutto questo sarebbe esistito. 

Speriamo di avervi fatto divertire in questo periodo così particolare e che le riflessioni che questo percorso ha prodotto vi aiutino a ricordare per sempre che non dovete avere paura di esternare le vostre emozioni perché ci sarà sempre qualcuno pronto ad sostenervi.

Sara e Stefania